InicioEspañoles de CubaVIDEOCRACY #1 Bruce Nauman & Cheryl Donegan

VIDEOCRACY #1 Bruce Nauman & Cheryl Donegan

Date:

Del autor

La Hispanidad empieza en Cuba

entre otros valores, Cuba encabeza el sentimiento de Hispanidad, porque se lo ha ganado

IV – Trasfondo histórico de la cuestión puertorriqueña

En 1897 el movimiento autonomista en Puerto Rico pudo lograr que España finalmente le concediera a la isla una Constitución propia, la Carta Autonómica

Descolonizar Cuba

los pueblos como el cubano son en esencia sociedades europeas trasplantadas a otro clima, otra latitud y longitud

El Museo Nacional del Prado celebra su 203 aniversario

Foto: Trampantojo creado por el grafitero DiegoAS. Foto ©...

Fernando Zóbel y su mirada sobre el arte de los grandes maestros en el Museo del Prado

Ilustración: Alegoría de la Castidad, 1505 Lorenzo Lotto Óleo...

Roma, 29 maggio 2016.
Carissima Ofelia,
Ieri ho avuto l’oportunità di visitare la bellissima mostra  VIDEOCRACY #1  Bruce Nauman > C h e r y l D o n e g a n nel  Museo d’Arte Contemporanea -MACRO . L’Ufficio Stampa Mi ha  offerto gentilmente questa documentazione che ti sto inviando con la presente.  Ti  prego di  inoltrarla agli amici che conoscono la lingua di Dante.
La Mostra curata da Marco Fabiano e promossa da Roma Capitale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, rappresenta la prima tappa di un viaggio all’interno della Collezione dei video del MACRO dalla quale sono stati estrapolati e messi a confronto tre video dei due dei più grandi ed importanti video-artisti del Novecento: Bruce Nauman, di cui verrà trasmesso Walking in an Exaggerated M a n n e r A r o u n d t h e P e r i m a t e r o f a S q u a r e (1967-68, 10’ 35”) e Cheryl Donegan che sarà presente con Head (1993, 5’ 56”) e Sets (1997, 3’ 16”).
Il confronto/raffronto fra generazioni, generi, tipologie mediali e metodologie filmiche del “fare” video nel XX secolo danno anche la possibilità di rileggere, ovviamente in maniera minimale e, se si vuole, appena accennata, la concettualità di un periodo, gli anni Sessanta di Nauman in cui questo tipo di arte è esplosa, rispetto a quello degli anni Novanta, con Donegan, in cui l’arte del video era ormai “prodotto” appunto d’arte entrato direttamente nei circuiti del sistema dell’arte internazionale. In primo piano quindi il rapporto fra due diverse fasi della video arte, quella che potremmo definire come “archeologica”, legata ancora all’azione e al concettuale, a confronto appunto con quella degli anni Novanta dove l’azione è superata dalla tecnica.
Videocracy è citazione di una saggio di Rosalind Krauss riguardante appunto la videocrazia di questo tipo di arte rispetto ad altri stili. Ovviamente l’artista si riferisce ad un periodo cronologico e artistico più vicino a Nauman, ma che possiamo traslare anche a Donegan, soprattutto nel momento in cui la medialità dell’arte è realmente divenuta dominante.
VIDEOCRACY #1  Bruce Nauman & Cheryl Donegan  a cura di Marco Fabiano. 26 maggio – 2 ottobre 2016 . MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma MACRO Hall e Foyer, Via Nizza 138.  Ufficio Stampa Zètema Progetto Cultura Patrizia Morici . Sponsor Sistema Musei in Comune In Collaborazione con MasterCard Priceless Rome Media Partner Il Messaggero Servizi di Vigilanza Travis Group.
Un grande abbraccio dalla splendida Città Eterna,
Félix José Hernández.

Subscribe

- Never miss a story with notifications

- Gain full access to our premium content

- Browse free from up to 5 devices at once

Firmas

Deja un comentario